Prima di effettuare un trasloco

Tel. 328 2152247 oppure 329 7391985

Email: [email protected]

 

Consigli utili per effettuare un trasloco: cosa devi sapere?

Diversi studi affermano che il trasloco è una delle principali cause di stress.

Chi lo ha provato lo ricorda spesso come un incubo, per svariate ragioni.

Ci si ritrova a fare i conti con ricordi e oggetti che si pensava fossero persi per sempre, a dover rimettere ordine e fare una selezione di cosa resta della vecchia casa e cosa è meglio eliminare, cambiare abitudini e crearne altre in un nuovo spazio.

Abbiamo voluto evidenziare le parole “meglio eliminare” per un semplice motivo: spesso siamo restii a decidere se tenere o meno un oggetto rotto (magari da riparare un giorno), inutile, che non piace, senza utilità ed ingombrante.

Ricorda: piuttosto di portarti nella nuova casa un oggetto di questo tipo, fai prima una CERNITA' regalando, smaltendo od eliminando tutti quegli oggetti inutili e di scarsa utilità. Oltre che risparmiare sul prezzo del trasloco, non ti troverai con cose inutili nella nuova abitazione.

Affida il tuo TRASLOCO ad un'azienda qualificata, competente e che si avvale di mezzi adeguati quali autoscala, furgoni pannellati all'interno e operai falegnami specializzati.

Un mese e mezzo prima della data stabilita contattate la nostra azienda per richiedere un sopralluogo gratuito in modo da valutare le modalità più adatte alle vostre esigenze.

Una volta confermato il vostro trasloco, vi consegneremo quanto prima il materiale d'imballo in modo che abbiate tutto il tempo per preparare i vostri effetti personali.

In presenza di bambini, persone anziane e animali domestici è meglio trovare loro un luogo dove possano stare durante questa fase.

Preparate una lista dettagliata di tutto quello che andrà traslocato o eliminato, SENZA DIMENTICARE box, cantine, solai, spesso sottovalutati.

Studiate dove andranno messi i mobili nella vostra nuova casa e verificate le misure specie se vi trasferite in un appartamento più piccolo o con soffitti più bassi. Durante l'imballo scrivete su ogni scatole il contenuto, il locale di destinazione e la priorità/urgenza d'apertura.

Esempio: su una scatola che contiene medicinali urgenti postare la lettera A (priorità ALTA) mentre su una scatola che contiene libri già letti postare la lettera B (priorità BASSA) in questo modo vi concetrerete subito all'apertura delle scatole importanti e necessarie potendo riprendere al più presto le vostre attività urgenti.

Quando imballi gli indumenti sfrutta tutte le valigie che possiedi inserendo per esempio la biancheria intima: in questo modo risparmierai denaro e scatole aiutando anche l'ambiente e non dovrai rilavarli una volta trasportati nella casa.

Durante la preparazione delle scatole RICORDA: gli oggetti più preziosi, fragili e a cui tieni maggiormente vanno imballati in scatole piccole. Noi traslocatori, al contrario di quello che pensa la maggior parte dei clienti, preferiamo trovare 100 scatole piccole pittosto che 20 giganti a rischio sfondamento.

Nella preparazione delle scatole di oggetti fragili (piatti e bicchieri etc.) non scordarti di inserire un paio di asciugamani all'interno, sia alla base che sopra il materiale: in questo modo trasporterai oggetti fragili e la biancheria da bagno in un unico imballo! I bicchieri vanno inseriti in verticale e i piatti di taglio (non orizzontali!).

Conservate i quotidiani e utilizzate le pagine accartocciate per riempire gli spazi vuoti all'nterno delle scatole.

Cordinatevi inoltre con idraulico ed elettricista per eventuali allacciamenti nei nuovi locali.

Liberati giorni prima del trasloco di quanti più surgelati possibile perchè il frigo andrà staccato, sbrinato e dopo averlo trasportato e posto nella sua nuova locazione dovrai aspettare almeno 12 ore per riaccenderlo in modo da permettere al freon di depositarsi alla base del serbatoio.

Altri passaggi importanti da eseguire

Anagrafe: comunicate all'ufficio anagrafe preposto il cambio di residenza. Presentatevi personalmente con documento identità NON SCADUTO; basta una persona maggiorenne in rappresentanza di tutto il nucleo familiare. Servizio gratuito.

Auto, moto, camper: Recarsi o inviare un fax all'ACI completo di tutti i vostri dati evidenziando il cambio d'indirizzo. Avvisate contemporaneamente la vostra compagnia d'assicurazione in quanto i documenti devono riportare in modo omogeneo gli stessi dati. Pena multa se dovessero fermarvi.

Banca: se terrai la stessa banca ricordati di comunicare il cambio di residenza.

Medico: per il medico di base recarsi all'ufficio ASL più vicino alla vostra nuova residenza e scegliete un nominativo nell'elenco dei medici ancora disponibili (se avete già conoscenze in zona chiedete informazioni riguardo i medici curani di zona, non guastano mai). Potete presentarvi di persona o mandare qualcuno con delega scritta con un autocertificazione di nuova residenza e tessera sanitaria.

Telefono fisso: inviate disdetta almeno un mese prima il contratto con il gestore telefonico. Meglio chiamare il call center e seguire le istruzioni in quanto le compagnie hanno prassi diverse. Solitamente la prassi richiede una dichiarazione firmata con le variazioni, inviata con ricevuta di ritorno.

Posta: recatevi all'ufficio postale più vicino alla nuova abitazione, prima di traslocare e richiedete del servizio di REINDIRIZZAZIONE, presentando la vostra carta d'identità e quella degli altri componenti della famiglia compilando un modulo con il nuovo indirizzo. Il servizio costa pochi euro e per tre mesi (rinnovabili per altri 3) riceverete la posta al nuovo recapito.

Spazzatura: presentatevi all'ufficio delle tasse del comune comunicando il cambio di residenza e la disdetta del vecchio domicilio. Documento richiesto: carta d'identità. Con delega scritta si può anche inviare una terza persona.

Tasse: avvisate l'ufficio delle imposte recandovi personalmente muniti di carta d'identità e certificato di residenza se si è gia in possesso o autocertificazione in caso contrario. Si può fare il tutto anche spedendo una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Acqua: se lasciate un appartamento sito in condominio, buona nootizia non dovete fare niente, sarà cura dell'amministratore preoccuparsene. Al contrario se lasciate un abitazione indipendente dovete consegnare all'azienda erogatrice dell'acqua una disdetta scritta. Se prendete possesso di un'abitazione in cui è già esistente un contratto recatevi ull'ufficio di competenza per sottoscrivere il passaggio dell'utenza.

Gas: le aziende erogatrici di gas sono differenti a seconda delle località e le modalità cambiano di conseguenza. Il consiglio è quello di andare presso gli uffici preposti con una bolletta telefonica o elettrica in mancanza un autocertificazione dovrebbe bastare. Invece per subentrare basra presentare disdetta del precedente utente e vostro documento d'identità valido.

Luce: se l'ente erogante si tratta di ENEL annullate il contratto della casa precedente almeno 15 gg prima. Se potete subentrare nel contratto già esistente presentatevi all'ente con l'indirizzo dell'abitazione finale, tessera sanitaria e documento d'identità valido.

In caso di nuovo allacciamento recarsi all'ente preposta con una concessione edilizia per il contatore, l'indirizzo della nuova abitazione, i dati anagrafici, tessera sanitaria e l'indicazione della potenza d'erogazione richiesta.

Amministratore: se lasciate un appartamento condominiale di proprietà avvisate l'amministratore, fate la stessa cosa con quello del nuovo condominio per un buon senso civico.

 

 

©2018 A.B. esse group s.r.l.s. - via Iginio Rota, n. 18/A1 - Vimercate (MB)
P.I. e C.F. 10270230963

  HOME

Home Page

Torna al menù

Torna a inizio pagina

Contatti